Nuovi doveri e poteri per amministratori, sindaci e revisori dal 16 marzo

Nuovi doveri e poteri per amministratori, sindaci e revisori dal 16 marzo


In data 14 febbraio 2019 è stato pubblicato in G.U. il decreto legislativo 12 gennaio 2019, n. 14, che introduce il nuovo Codice sulla Crisi d'impresa e dell'Insolvenza (C.c.i.i.).

I nuovi doveri e poteri per amministratori e sindaci entreranno in vigore il 30° giorno successivo alla pubblicazione e quindi dal 16 marzo 2019.

Doveri per il consiglio di amministrazione

Sia gli amministratori delle società personali sia quelli delle società di capitali, dovranno adoperarsi, fin dal prossimo 16 marzo, per istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura ed alle dimensioni dell'impresa, anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisie della perdita della continuità aziendale.

Un’altra novità è rappresentata dall’obbligo di rispondere, anche per gli imprenditori delle srl (e non solo spa), verso i creditori sociali per l'inosservanza degli obblighi di conservazione del patrimonio sociale. Inoltre, viene chiarito come deve essere quantificato il danno in capo agli amministratori (ma la regola riguarda indirettamente anche i sindaci e i revisori), quando non si sono tempestivamente attivati al sopravvenire di una causa di liquidazione per chiedere lo scioglimento della società allo scopo di preservare il valore del patrimonio sociale.

Poteri e doveri di Sindaci e revisori

Per sindaci e revisori viene previsto l’obbligo di attivare la procedura d’allerta, in caso di fondati indizi di crisi, prima nei confronti del cda e, nel caso di inerzia di quest’ultimo, dell’OCRI. La mancata attivazione della procedura potrà evidentemente originare specifiche responsabilità, civili e penali sull'organo di controllo e sul revisore.

Ai sindaci, anche se nominati nelle srl, peraltro, è concesso inoltre il potere di sottoporre la società a controllo giudiziario, in caso di gravi irregolarità degli amministratori. Agli stessi, infine, l'art. 37 del nuovo codice della crisi concede un espresso potere (fino ad oggi inibito al collegio sindacale), di chiedere espressamente la liquidazione giudiziale della società. Esso varrà indifferentemente per srl e spa.

 

Tabella principali novità per amministratori e sindaci

Di seguito riportiamo un estratto dell'articolo ItaliaOggi che riporta le principali novità per amministratori e sindaci, nonchè gli articoli modificati del Codice civile. 

 



Richiesta informazioni

Riempi il seguente modulo per effettuare le tue richieste al nostro staff.

Riceverai una risposta nel più breve tempo possibile.

Nuovi doveri e poteri per amministratori, sindaci e revisori dal 16 marzo